The Woman in Black

 

The woman in blackThe woman in blackThe woman in blackThe woman in blackthe woman in blackthe woman in black

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Anno
    2011
Altri titoli
    Die Frau in Schwarz
Durata
    95
Origine
    GRAN BRETAGNA
Colore
    C
Genere
    THRILLER
Specifiche tecniche
    35 MM
Tratto da
    romanzo “La donna in nero” di Susan Hill (ed. Polillo)
Produzione
    CROSS CREEK PICTURES, HAMMER FILM PRODUCTIONS, ALLIANCE FILMS
Distribuzione
    VIDEA-CDE (2012)
Data uscita
    02-03-2012
Regia    James  Watkins
Attori    Daniel  Radcliffe (Arthur Kipps)
Ciarán  Hinds (Sig. Daily)
Liz  White (Jennet)
Janet  McTeer (Sig.ra Daily)
Alisa  Khazanova (Alice Drablow)
Tim  McMullan (Sig. Jerome)
Roger  Allam (Sig. Bentley)
Daniel  Cerqueira (Keckwick)
Shaun  Dooley (Fisher)
Mary  Stockley (Sig.Ra Fisher)
Cathy  Sara (Sig.ra Jerome)
David  Burke (PC Collins)
Victor  McGuire (Gerald Hardy)
Lucy May  Barker (Infermiera)
Alexia  Osborne (Victoria Hardy)
Alfie  Field (Tom Hardy)
Sidney  Johnston (Nicholas Daily)
Soggetto    Susan  Hill
(romanzo)
Sceneggiatura    Jane  Goldman
Montaggio    Jon  Harris
Scenografia    Kave  Quinn
Arredamento    Niamh  Coulter
Costumi    Keith  Madden
   
Trama:
      Un giovane avvocato londinese, Arthur Kipps, arriva Crythin Gifford, uno sperduto villaggio circondato da paludi, per presenziare ai funerali di un’anziana cliente – la signora Drablow che viveva da reclusa a Eel Marsh House, una dimora lugubre e isolata – e occuparsi della gestione dell’eredità. Durante il soggiorno, Kipps scoprirà una serie di segreti e verrà in contatto con una misteriosa ‘signora in nero’…

Critica “‘The Woman in Black’ scommette controtendenza interamente sulla tradizione. Il romanzo omonimo da cui è tratto, di Susan Hill, pubblicato nel 1983, è già da solo un miracolo, trasposto sul palcoscenico inglese a partire dal 1987 (dove rimane ancor oggi con un record di repliche, secondo solo a ‘Mousetrap’ – ‘Trappola per topi’ di Agatha Christie) è portato alla tv britannica due anni dopo, grazie a un adattamento firmato dal geniale autore della serie ‘Quatermass’, Nigel Kneale. Non sorprende che la grandissima factory orrorifica inglese, che negli anni sessanta ha rilanciato a colori e con più sesso i miti del gotico hollywoodiano Universal. servendosi del talento visionario di Terence Fischer e delle creature/creazioni di Christopher Lee e Peter Cushing, abbia deciso di lavorare su materiale così «vicino a casa». Il risultato è un viaggio meravigliosamente sinistro nel passato. (…) Non c’è niente di nuovo in ‘The Woman in Black’, ed è proprio questa libertà il suo bello. Con l’equivalente di oltre 23 milioni di dollari incassati al botteghino inglese, il film di Watkins è l’horror britannico più di successo degli ultimi vent’anni.” (Giulia D’Agnolo Vallan, ‘Il Manifesto’, 2 marzo 2012)

The Woman in Blackultima modifica: 2012-03-04T16:46:00+01:00da dyladan
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento